• Home
  • News
  • IL PICCOLO, un bisettimanale proiettato nel futuro

IL PICCOLO, un bisettimanale proiettato nel futuro

É stata una riforma grafica fortemente voluta dell’Editore. Il giornale andava svecchiato e reso più leggibile. Sin dai primi incontri abbiamo condiviso con l’Editore e Il Direttore le linee guida della riforma visiva. Intanto la leggibilità. Assicurata da un miglior uso delle fonti di titolazione e, soprattutto, della font del testo, l’Utopia, carattere collaudato e di grande leggibilità.

 

Al giornale abbiamo dato anche alcune regole di impaginazione sia per piani orizzontali che per blocchi intercambiabili. Il metodo di lavoro proposto é quello delle pagine book nella quali la redazione potrà trovare la soluzione giornalistica opportuna usandole integralmente oppure modificando piani e blocchi interscambiabili.
I caratteri usati nella titolazione sono l’Ethica Sheriff e il Tablet gothic. L’Ethica per la titolazione principale e il Tablet per quella secondaria.
Le pagine di servizio sono state completamente ridisegnate per renderle più pulite ed accattivanti.
Con il Piccolo di Alessandria abbiamo anche lavorato sui due settimanali recentemente acquisiti dal gruppo Soged: il Novese e l’Ovadese. L’intervento visivo si é concentrato sulla ricerca di una nuova font per la titolazione di apertura mantenendo, in continuità con la tradizione, la palette dei colori del giornale precedente.