• Home
  • Blog
  • Notizie dalla Francia. E un’analisi sulla transizione digitale

Notizie dalla Francia. E un’analisi sulla transizione digitale

 

Due recenti notizie in arrivo dalla Francia ci aiutano a capire dove va il mondo dell’informazione: la prima è l’accordo stretto dagli editori con Google, alla presenza del governo francese, per ottenere denaro e consulenze in cambio della presenza dei link di news sul motore di ricerca più famoso e usato al mondo. Google, che nella sua sezione news “assorbe” le notizie di vari media e ottiene clic e quindi introiti pubblicitari sulle loro spalle, ha accettato di versare agli editori transalpini 60 milioni di euro. In più metterà a disposizione il suo know how per aiutarli nella transizione al digitale, soprattutto sul fronte della raccolta pubblicitaria, non ancora abbastanza redditizia per chi arriva dalla tradizione (e dai ricavi) del mondo cartaceo.

Pochi giorni prima, un reportage di Italia Oggi dava gli indicatori del successo che in Francia stanno avendo gli editori che hanno investito sulle edizioni tablet: le punte dell’iceberg, per quanto riguarda la stampa quotidiana, sono il 10% dei lettori paganti già sul digitale per lo storico Le Monde, seguiti dal 9,2% di Libération e dall’8,7% di Les Echos. Tra i magazines, sono Capital, Le Point, Stuff e Auto Plus a dare le migliori performances sulla tavoletta. I segreti? Creare contenuti su misura per l’iPad e i suoi cugini, abbandonando le edizioni pdf (di cui l’Italia è ancora “schiava”), unire sconti e abbonamenti inclusi per incentivare chi vuole comprarsi un tablet e vendere meglio la pubblicità, rendendola interattiva e puntando sui marchi di lusso.

Insomma, oltralpe si intravede una strategia per la transizione al digitale. E strategia è la parola chiave dell’analisi pubblicata da Prima Comunicazione nei giorni scorsi, ma realizzata dal Boston Consulting Group. Il tema è guidare i media tradizionali nell’inevitabile transizione verso il digitale, senza smettere di essere un’azienda che crea profitti.

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento