Archivia per dicembre, 2012

Dopo la chiusura di The Daily: un’analisi

Con un’edizione speciale, dedicata a quanto di meglio avesse pubblicato nei suoi 22 mesi di esistenza, sabato 15 dicembre The Daily ha chiuso i battenti. La decisione di interrompere le pubblicazioni, da parte del primo quotidiano di sempre nato solo per i tablet, ha fatto molto rumore. E ha scatenato i commentatori dell’intero pianeta. Archiviamo in fretta alla voce “tifosi” coloro che hanno approfittato dell’avvenimento per cercare conferme alle loro teorie (si sono lette, sui giornali di carta, analisi sull’imprescindibilità della carta e, sui media basati su internet, sillogismi sul fatto che l’unico futuro sia nel web).

Leggi Tutto Nessun Commento

MEDIA E TABLET, IMPARARE DAGLI ERRORI DI THE DAILY

The Daily, il primo giornale nato per stare solo dentro un tablet, ha chiuso i battenti sabato 15 dicembre, con un numero finale celebrativo e con un piccolo, geniale musical pubblicato su YouTube da una redazione tutto sommato sorridente nonostante le brutte notizie. Questo vuol forse dire che i giornali su tablet non funzionano? Sarebbe una conclusione frettolosa e riduttiva: molti hanno scritto e commentato dell’insuccesso di The Daily e soprattutto delle sue cause.

Leggi Tutto Nessun Commento

A ROMA CON IL CORRIERE OGGI C’È LAZIO STYLE

Una copertina in cui il colore dominante è l’oro, per sottolineare che nelle pagine interne si avrà a che fare con ciò che è bello e splendente (e, possibilmente ma non esclusivamente, romano): è questo il tema dell’edizione natalizia di Lazio Style, la rivista che Alberto Valeri e il suo staff realizzano due volte l’anno per l’edizione romana del Corriere della Sera. I lettori del Lazio l’hanno trovata in edicola oggi, nello stesso involucro che contiene Sette, lo storico settimanale del Corrierone.

Leggi Tutto Nessun Commento

Antonio Rossano: “Castelli di carta che vacillano”

Questo lungo articolo è comparso prima sul quotidiano svizzero La Regione e poi ripreso sul sito web dell’European Journalism Observatory, uno dei “luoghi di culto” per chi vuole capire dove stia andando il mondo dei media. L’autore è Antonio Rossano, giornalista esperto di comunicazione e nuovi media. L’argomento? Dalla crisi della carta stampata, all’introduzione dei paywall per i siti web, fino al drenaggio pubblicitario della superpotenza Google, ci sono i principali temi caldi che preoccupano e fanno discutere il mondo dei giornali, non solo in Svizzera. Ve lo riproponiamo integralmente.

Leggi Tutto Nessun Commento