Archivia per gennaio, 2009

Formazione D

 

 

I professionisti del design editoriale lo sanno: per progettare un giornale bisogna essere ben preparati. Non è certo un lavoro che si può inventare da un giorno con l’altro senza correre il rischio di fare un prodotto poco funzionale per i lettori e per chi tutti i giorni “fa il giornale”.
Eppure in Italia le pubblicazioni che affrontano il tema sono davvero poche. Per leggere qualcosa bisogna spostarsi verso la Penisola iberica, l’America Latina o gli Stati Uniti.
Oppure si può frequentare il corso tenuto da Alberto Valeri all’Accademia di belle arti Santa Giulia di Brescia.

 

>> Lezione 1

– Presentazione.
– Uno sguardo alla stampa italiana: analisi dei maggiori quotidiani.
Agli studenti verranno mostrati alcuni giornali nazionali, locali, di partito e free press
per metterne in luce le peculiarità.  

** Compito per gli studenti:
Analizzare i giornali visti in classe e individuare cosa trasmette al lettore l’immagine che ogni quotidiano si dà attraverso la grafica. 

 


>> Lezione 2

– Analisi grafica dei quotidiani: quali sono gli elementi che compongono una pagina?
– Sguardo tecnico: Il formato carta, La gabbia, L’interlinea, Le font, Uso del colore, Le fotografie, L’infografica, Il timone, Il menabò, La pubblicità

– Alcuni esempi dei maggiori restyling di quotidiani avvenuti negli ultimi anni.

** Compito per gli studenti:
Analizzare l’uso delle font in 3 quotidiani italiani. Come vengono usate? 

 


 

>> Lezione 3

– Analisi grafica della stampa quotidiana straniera.
– Analisi grafica di alcune riviste italiane. Cosa cambia rispetto a un quotidiano? Come è organizzata una pagina, la pubblicità…
– Restyling dei periodici.

** Compito per gli studenti:
Cosa manca in edicola? Gli studenti dovranno cercare di capire quale pubblicazione manca nel mercato nell’editoria italiana e fare un elenco di proposte per la rivista che verrà realizzata e che sarà materia d’esame.

 


 

>> Lezione 4

Intervento degli esperti:
– Ungiornalista spiegherà agli studenti come funziona la “macchina redazionale”.
– Un infografico mostrerà alcuni lavori e spiegherà l’importanza delle notizie illustrate nei quotidiani di oggi.

 


 

>> Lezione 5

– Discussione in classe per individuare l’argomento che tratterà la rivista che gli studenti dovranno realizzare durante le lezioni e a casa.
– Deciso il tema verranno stabiliti assieme gli elementi tecnici (timone, formato carta…)

 


 

Dalla sesta alla nona lezione

– I docenti assisteranno gli studenti in classe durante la progettazione della rivista. Per la buona riuscita del progetto, gli studenti durante la settimana dovranno realizzare delle pagine che verranno corrette in classe per arrivare all’esame con una rivista di almeno 8 pagine più alcune proposte di copertina con relativo studio della testata. 

 


 

MATERIALE BIBLIOGRAFICO A CORREDO DELL’ESAME
– DISPENSA: GRAFICAEDESIGNNEI QUOTIDIANI DI MARTAZANICHELLI.
– DISPENSA: IL NUOVO VOLTO DEI QUOTIDIANI ITALIANI DI ELENAMONTOBBIO.
L’ULTIMA COPIA DEL NEW YORK TIMES DI VITTORIO SABADINI, ED. INTERVENTI DONIZZELLI, 174PG.
-SEMPRE MEGLIO CHE LAVORARE. IL MESTIERE DEL GIORNALISTA DI MICHELEBRAMBILLA, ED. PIEMME, 218PG.

Leggi Tutto Nessun Commento

Contatti

 

 

>> Siamo nel centro di Milano, in via Torino 68 a pochi minuti dalla fermata Duomo della M1 e M3 e a due passi dalla fermata Torino-Carrobbio del 14-3-2.

 

>> Telefono e fax +39 02 29519397

>> e-mail info@albertovaleri.com

 

>>

Leggi Tutto Nessun Commento

SARDEGNA

 

Ventiquattro pagine, prezzo di copertina di 80 centesimi, possibilità di sfogliare il giornale anche online: Sardegna Quotidiano, sede a Cagliari e diffusione nell’isola, ha formato berliner e un design in cui il stile di Alberto Valeri si nota subito grazie a un dettaglio, la parola chiave colorata che apre i titoli.

Leggi Tutto Nessun Commento

IL TEMPO

 

Alleggerire, migliorare, riordinare, dare efficacia alle notizie e valorizzare, nel contempo, anche le immagini e le infografiche: sono le linee guida del restyling de Il Tempo, che ha esordito nell’ottobre 2011. Alberto Valeri e il direttore Mario Sechi hanno lavorato soprattutto di lima, per ripulire e bilanciare le pagine e gli elementi al loro interno.

Leggi Tutto Nessun Commento